€100 per notte
€100 per notte
Art Hotel Atelier Sul Mare, Cefalu, Italy

Art Hotel Atelier Sul Mare

Cefalù, Italy - Via Cesare Battisti, 4, Castel Di Tusa

Nessuna recensione

Sii il primo!   Scrivere una recensione

Descrizione - Albergo

L'Atelier sul Mare è un museo-albergo d'arte contemporanea senza precedenti nel mondo a pochi metri da un mare meraviglioso, situato a Castel di Tusa (Me), nei pressi di Cefalù, sulla costa tra Messina e Palermo

. Atelier sul Mare è una Hotel-Museo d'Arte Contemporanea è unico al mondo! È stato creato con l'intento di offrire al visitatore-ospite l'opportunità di vivere in un'opera d'arte unica, diventando egli stesso parte di esso, che si trasforma e si trasforma a sua volta.
Entra e parcheggiare in questi spazi mezzi emozionali per vivere una nuova dimensione dello spirito, godendo della gioia di esistere, che solo la creatività dell'arte può dare. Arte, dunque, rispetto ai grandi interrogativi dell'esistenza umana, per itinerari di profonda spiritualità. L'esperienza della bellezza, che si manifesta con le grandi forme d'arte, costituisce un'immensa ricchezza di vita reale e la tradizione che abbiamo bisogno di riscoprire e trasmettere

23 su 40 camere sono state realizzate da importanti artisti riconosciuti a livello internazionale:. Danielle Mitterand, Agnese Purgatorio, Antonio Presti , Cristina Bertelli (La Stanza dei Portatori dacqua), Mario Ceroli (La Bocca della Verità), Fabrizio Plessi (La stanza del Mare Negato), Mauro Staccioli (Trinacria), Renato Curcio (Sogni Tra Segni), Maria Lai (Su Barca di Carta m'Imbarco), Raoul Ruiz (La Torre di Sigismondo), Paolo Icaro (Il Nido), Luigi Mainolfi (La Stanza della Terra e del Fuoco), Michele Canzoneri (Linea d'Ombra), Hidetoshi Nagasawa (Mistero per la Luna ), Sislej Xhafa (Il Bagno Turco), Vincenzo Consolo, Umberto Leone e Ute Pyka (Lunaria La Stanza della Luna)

Antonio Presti, ideatore e fondatore del prestigioso & quot;. Fiumara d'Arte & quot; parco Sculture all'aperto più grande d'Europa, è il creatore di questa realtà unica dove il paesaggio, la cultura, l'arte e l'ospitalità si uniscono per mostrare e dare ai visitatori di questa magnifica terra un'esperienza indimenticabile: l'arte vissuta come un sogno.

L'Atelier sul Mare diventa così il punto focale del percorso turistico - Parco Culturale di Sculture & quot; Fiumara d'Arte & quot ;, che le opere di partito, Consagra, Staccioli e molti altri artisti internazionali, accompagneranno il visitatore ad un incontro con un 'arte in armonia con il paesaggio, visibile e accessibile a tutti, in nome della bellezza.

  • Art Hotel Atelier Sul Mare, Cefalu, Italy, Italy ostelli e alberghi
  • Art Hotel Atelier Sul Mare, Cefalu, Italy, Ostello della gioventù e ostelli della zaino in spalla alloggi in tutto il mondo in Cefalu
Lo spazio
  • Tipo di proprietà: Albergo
  • Albergo camere / unità: 40
  • Anno costruito: 1969
  • Ristrutturato: 2014
  • Classificazione pubblica: 3
Albergo alloggi

Prezzo più basso disponibile: €100

Doppia Single Standard Camera Matrimoniale Standard Vista Mare Economia standard Suite Doppia
  • Check in dopo: 4:00pm
  • Dai un'occhiata prima: 10:00am

Albergo servizi

24-ore reception Bar / Lounge Spiaggia Colazione inclusa Autonoleggio Bambini consentito Concierge Elevator / lift checkout espresso Gay friendly Articoli da regalo servizi del Gruppo sito storico Accesso Internet Lavanderia / cameriere servizio Biancheria inclusa Assistenza medica su richiesta sale riunioni staff multilingue Aperto 24 ore Parcheggio (gratuito) Animali domestici ammessi Ristorante sul sito Servizio in camera Cassetta di sicurezza Sauna vietato fumare fumare solo Bagno turco Assistenza escursioni / tour WIFI (gratuito)

Servizi in camera

La Bocca della Verità (1990) di Mario Ceroli
Il lavoro di Ceroli è rappresentato dalla presenza sculture / mobili. L'elemento principale è la grande beda & quot; Truth Bocca & quot ;. La sala è anche segnato dalla grande armadio che non nasconde nulla. Invece, nella sua alpha essere e omega, rappresenta l'alternanza delle stagioni, l'inizio e la fine.

Mistero per la luna (1991) Hidetoshi Nagasawa
& Quot; immagino il visitatore entrando nella Atelier, andare al banco della reception, per raggiungere la stanza con la sua chiave / lei e bloccaggio stesso / se stessa in & quot ;.

Il nido (1991) Paolo Icaro
Paolo Icaro vissuto quattro settimane di Castel di Tusa come un ospite comune, proprio nella stanza che avrebbe dovuto ri-forma, in attesa di ispirazione. & Quot; A poco a poco, le pareti della mia immaginazione ha cominciato ad aprirsi, il pensiero diventa omogeneo e visualizzato come un unico oggetto: non è stato posto come un fungo, ma un soggetto-oggetto. Ho pensato a un nido & quot; Una scultura origine da quel treno di pensieri: si può godere non solo con gli occhi, ma con tutto il corpo: di giorno, di notte, da solo, con un partner. Una curiosità scultura risveglio, interessi, meditazioni, pensieri, che è un processo critico. Dal nido, formano il punto di shell, attraverso una stretta apertura, l'ospite intravede il mare.

Linea d'ombra (1992) Michele Canzoneri
Un'impostazione molto impressionante è fornito dalla sala reinventato da Michele Canzoneri, l'artista che ha creato le vetrate della cattedrale di Cefalù. Il letto viene installato su una grande zattera, mentre il piano è costituito da strisce di ceramica blu, la cui tonalità evocare le onde del mare. Tuttavia, il vero coupe de theatre è la vasca da bagno scavata nel terrazza e quasi galleggiare sul mare. Un mare blu e una zattera, che rappresenta una sorta di ancoraggio, porto, isola di legno, riferimento essenziale point.. The zattera diventa una sedia, un letto, un tavolo, mentre il pavimento sarà coperto da ceramica blu, quasi un prolungamento del mare. I servizi igienici sono stati mimetizzati e posti in recipienti di ottone, proprio come sulle navi. Dalle finestre gli ospiti potranno godere di una vista mozzafiato sulle barche a vela attraverso il mare. Molte cose possono accadere sulla zattera / melting-pot. & Quot; tu guardi il mare ad OGNI primiera & quot ;, direbbe Verlaine. Come cambiamenti di luce, si guarda i colori mutevoli del mare e mantenere sentimento, meditando, comprensione & quot.;

Stanza del mare Negato (1992) Fabrizio Plessi
Il protagonista è qui l'ambiente marino, come reinventato dall'artista. Le pareti delle camere sono interamente coperti da vecchie porte di legno provenienti dai villaggi vicini. Queste porte mendicare per il silenzio. Le loro storie, il loro essere attraversato, le loro gioie, i loro dolori conferiscono alla stanza un grande sacralità. In alto, sopra, di fronte al letto, sei monitor, mostrano un ambiente di mare, mentre il vero e proprio mare è indicato da una finestra l'ospite dovrà scoprire. La grande finestra era chiusa: la realtà fu cacciato e ricreato altrove, grazie all'elettronica. Il mare: sei monitor trasmette il proprio giorno di immagine e di notte. Ma anche se i passi degli ospiti nella stanza a mezzanotte, lui / lei troverà la luce del giorno e la voce di quel mare ascoltiamo più tempo. Grazie a dispositivi tecnici.

Energia (1992) M. Mochetti
Qui l'artista Maurizio Mochetti condotto una ricerca sulla luce. La luce bianca ordinaria permette il lavoro di Mochetti sembra abbastanza normale. I mobili rosso era volutamente sovradimensionata, il grande armadio non è più un contenitore copra, ma diventa spazio stesso. Dopo aver visualizzato quelle forme strane e mobili, la luce rossa è accesa e lo spazio subisce una radicale trasformazione. I caldi colori sulle buste rosso la sala, creando un'atmosfera di grande accoglienza e un momento di sospensione esaltato dalla finestra grande oscillazione, che offre una vista sul mare, come unica possibilità infinite.

Trinacria (1993) Maurizio Staccioli
Qui l'artista ha creato un ingresso molto stretto, lasciando una porta ruotano su una porta è ispirato della Sicilia triangolare forma, colori di base della stanza sono il nero e il rosso, che è, il sole e vulcani, che domina l'isola landscapeandaffecting storia degli abitanti e mentalità. Un imponente triangolo rosso si erge su uno dei tre vertici del letto triangolare bianco. Funzionalità isoffered da questi due grandi forme triangolari segnano l'intero posto. Le pareti sono fatte di un impasto contenente lavica dell'Etna: come pietra rappresenta simbolicamente il potente fuoco del vulcano sacra terra di Sicilia nasce da.

Su barca di carta mi imbarco (1993) Maria Lai
Maria Lai, il grande artista sardo, ha inventato questo spazio durante il tentativo di trasmettere le emozioni dei viaggiatori che visitano la Sicilia e la Sardegna - le due grandi isole del Mediterraneo. Questa opera d'arte trae ispirazione dal bagno, un luogo pieno di acqua ed energia. La struttura si trova / lei stessa sotto un tetto (un acqua-caduta) immerso in un percorso iconografico di pesci e marine colours. Then, lui / lei esce dall'acqua e nella stanza trova il nero e l'azzurro, che - insieme con la mare e il vento - sono i due colori dominanti e gli elementi in Sicilia e Sardegna. Le costellazioni immaginari sono rappresentati dalla grande copriletto ei fili di ottone che attraversano la stanza tutto. Questo grande groviglio ci mostra come le emozioni e stupore possono provenire dal caos. Il silenzio di entrambe le isole è contenuta nella forza di una pietra spaccata posto davanti al letto.

La torre di Sigismondo (1993) Raoul Ruiz
Qui viene offerta la possibilità di essere seawhile guardare il cielo. La camera è un enorme cilindro nero vuota con un letto rotondo al centro che ruota su se stesso. Il tetto è aperto per mezzo di apposite maniglie e appare il miracolo dell'arte: stelle ruotano intorno, e da questa dimensione di carcere oppressi vi è data la possibilità di essere altrove.

Sogni Tra Segni (1994) Renato Curcio, Agostino Ferrari
Questo lavoro è un tributo alla utopia ideologica. L'idea nasce da Renato Curcio e Agostino Ferrari. Protagonisti sono espressione grafica, dalle pitture rupestri alla scrittura moderna. La conoscenza dell'uomo è compromessa da comunicative religiose, codici, ideologiche: tali codici sono scritti su un foglio di carta che avvolge immaginario tutta la stanza. Sogni Tra i Segni simboleggia l'isolamento, che può essere superata solo con l'arte e la sua voglia irrefrenabile di libertà. Di conseguenza, l'artista Agostino Ferrari creò la grande rete sopra il letto. La vera libertà inizia e finisce con la codificazione, è per questo che il bagno è abrickwork simile ad una grotta, un luogo primordiale puro l'artista crede fermamente in.

La stanza del profeta (1995) Omaggio a P. Pasolini (D. Bellezza, A. Cambria, A. Presti)
E 'l'omaggio di Antonio Presti a Pier Paolo Pasolini, le sue opere, le sue profezie, la sua vita. Il cliente entra nella stanza attraverso una porta non da aprire, ma abbattuto. Sulla porta una poesia profetica scritta da Pasolini è scritto: un testo che rivela la sua grande modernità, e le sue offese, valori violati. Dopo calpestare l'iscrizione, l'ospite passa attraverso un lungo corridoio labirintico, impastata con paglia e fango. La grande stanza yemenita è stato ispirato dal & quot; Fiore delle Mille e una notte & quot ;: la poesia stessa, scritto in arabo, delimita lo spazio. Il grande letto porta la nostra mente a una potente immagine (di & quot Andrea Mantegna; Cristo Deposizione & quot;) e migliora il forte sacralità del luogo. La grande finestra offre agli ospiti l'esperienza cinematografica del grande regista: infatti, una visione straordinaria è stata qui ottenuto, dove cosmo è il protagonista assoluto. Sotto la grande finestra qualcuno simbolicamente collocato sabbia dal hydroport Ostia - il luogo dell'omicidio. Qui non c'è iscrizione a tutti, e lo facciamo, né a cuore il nome dell'assassino. In questo modo, Antonio Presti mira a sottolineare la nostra appartenenza al sistema, i nostri potenziali siano essi assassini o profeti. Sulla porta del bagno, una meravigliosa poesia scritta da Dario Bellezza esalta tutto il grande amore per il suo amico Pier Paolo. Il tetto è coperto da tubi e ventilatori, creando un'atmosfera car-wash. Un luogo dove i nostri corpi sono lavati e centrifugati, proprio come l'auto che schiacciato il corpo di Pasolini.

La stanza della pittura (1996) P. Dorazio, G. Marini
Questa camera esalta il grande valore di stanze affrescate, ancora una volta, proprio come in passato. Di fronte agli effetti cromatici suggestivi, le pareti laterali simili a quinte, l'ospite viene offerta l'opportunità di diventare immaginarsi / lei stessa. E 'l'approccio all'arte esaltato dalla grande finestra che si affaccia sul mare, creata da Tano Festa a Villa Margi, a pochi chilometri di distanza dall'hotel.

La stanza della terra e del fuoco (1996) Luigi Mainolfi
Due elementi sono fondamentali nello sperimentare questo lavoro: terracotta e fuoco. Le pareti sono interamente ricoperte da frammenti di terracotta, creando un'atmosfera fortemente evocativo. Nel centro della stanza, il letto grande provoca un momento di grande sospensione. L'elemento scultoreo è rappresentato dal grande sedia di ferro, che è privato della sua funzione tradizionale e comunica & quot; la libertà & quot; di essere la conoscenza, il pensiero. Infatti, nel suo essere & quot; torsione & quot ;, la sedia diventa un segno minuto e quasi magicamente tocca il wall. While terracotta esploso seduta e sperimentare quel vuoto, quella sottrazione, che il passaggio dal particolare al generale, l'ospite è liberato e scopre la sua appartenenza allo spazio.

A / C climatizzazione Balconi Bidet Culle disponibili Bagno Servizio fax Asciugacapelli Accesso a Internet servizio giornaliero di pulizia Camere per non fumatori camere vista mare Bagno privato Letti aggiuntivi disponibili camere fumatori Telefono Toeletta Articoli da bagno gratuiti sveglia


Quartiere

Castel di Tusa è un piccolo villaggio di pescatori situato sulla costa settentrionale della Sicilia.

Punti di interesse
  • Cefalu
  • 20 km
  • Santo Stefano di Camastra
  • 9 km
  • Fiumara d'Arte
  • 1 km

Politiche
Dettagli del prezzo

€100 - 120 per notte

Camera doppia a partire da 35,00 a persona

Carte di credito accettate sul posto: VisaVisa ElectronMasterCard

Prenotazione e politica di cancellazione

Se non diversamente specificato, i pagamenti di prenotazione non sono rimborsabili.

Prima di 7 giorni dall'arrivo il pagamento del 30%
Prima di 3 giorni di arrivo pagamento del 50%
Entro il 1 ° giorno di arrivo il pagamento del 100%

Posizione - Albergo

Via Cesare Battisti, 4, Castel Di Tusa
Cefalù
Provincia di Palermo
Sicilia (Sicily)
Italy  98079

Albergo sito web

Latitudine: 37.94448, Longitudine: 14.00616

Come arrivare là

In auto da Palermo: prendere l'autostrada A20 PA-ME fino Tusa, da lì la SS 113 fino a Castel di Tusa; (1 ora di tempo)

In auto da Catania: prendere l'autostrada A19 CT-PA, superato Buonfornello prendere l'autostrada A20 PA-ME, direzione Messina fino all'uscita di Tusa, prendere la direzione Messina SS 113 fino a Castel di Tusa; (2 ore di tempo).

In auto da Messina: Prendere l'autostrada A20 ME-PA fino Tusa, quindi uscire e prendere la SS 113 (direzione Messina) fino a Castel di Tusa.

In treno: Prendere la linea Milano-Roma-Palermo fino a S. Stefano di Camastra, da lì raggiungere Castel di Tusa (13 Km), con il treno locale.
Il treno diretto Messina-Palermo fermano alla stazione di Tusa.

L'aeroporto più vicino è il & quot; Falcone-Borsellino & quot; di Palermo. l'aeroporto è collegato con la stazione ferroviaria.

L'aeroporto più vicino: Palermo, 130 km